Houston Chronicles #62

Seriously?! E’ una settimana che mi tocca subire servizi televisivi sui luoghi più “caldi” per giocare a Pokemon Go e francamente non ho l’età per capire di cosa cacchio stiamo parlando. Come giornalista sono consapevole dell’argomento, come marketing strategist ne ammiro la genialità, come essere umano senziente la mia comprensione scende notevolmente di livello. Comunque sia, con tutti i problemi che ha l’America in questa settimana, oggi hanno trovato il tempo di mettere in prima pagina la mappa degli spot urbani in cui, chi vuole, può combattere Pikachu e compagnia.

C’è da ammetterlo, li hanno piazzati proprio bene questi mostrini tascabili tanto che, almeno qui a Houston, là dove ha fallito la promozione turistica, stanno riuscendo i Pokemon. Fuori dai monumenti simbolo della città – Rotko Chapel, Menhil Collection e NASA – ci sono circa 4 palestre ed oltre 30 Pokestops con, si vocifera, addirittura un Mew o Mewtwo. Fuori da Galleria, il centro commerciale più grande del Texas, a downtown Houston, sono stati avvistati Haunters, Porygons, Fearows, Jigglypuff. Il Museum District sta ancora facendo la cernita delle apparizioni mostricole, mentre si tratterebbe di solo Pokeomn marini o acquicoli (o vattelapesca) quelli schierati nelle zone del Kemah Boardwalk, verso Galveston.

Per sintetizzare con eleganza: io non ci ho capito niente ma Houston sembra essere piena di mostri leggendari.
Cliccate qui sotto se state pianificando in viaggio verso H City (anche) per “acchiapparli tutti“!

MAPPA DEI POKEMON HOUSTONIANI

p.s. per immergermi meglio in questo post mi sono scaricata il gioco. Purtroppo mi ha creato dipendenza. Quindi abiuro quanto scritto nel paragrafo uno. Non scaricatelo, è troppo stupido ma troppo bello!

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *