Monthly Archives: giugno 2014

Venezia-Cattaro andata e ritorno

IMG_3788Praticamente di fronte al Gargano, dall’altra parte dell’Adriatico, poco più su di Tirana e poco più giù di Sarajevo, esiste il paesino di Kotor (che si pronuncia “cotòr”, zac!, come un colpo di karate).

Kotor oggi è Montenegro ma fino a 220 anni fa si chiamava Cattaro ed era una città veneziana. Le evidenze di questa eredità sono ovunque: nelle mura che circondano il centro storico, sulle quali spicca un enorme leone alato; nell’architettura delle casupole di pietra.

Il mio lavoro mi porta spesso a viaggiare in luoghi non esattamente in cima alla lista delle conoscenze. E’ una condizione benedetta perchè non c’è nulla di più destabilizzante – e quindi stimolante – di toccare con mano una bellezza di cui riconosci i codici ma che ti resta estranea nei luoghi. Cattaro è proprio questo. E’ Venezia ma allo stesso tempo non lo è.

C’è poi un’altra cosa che ho imparato ad apprezzare nel tempo: scoprire che l’Italia non è il più bel paese del mondo. Io ci credevo all’inizio, eh. Ero assolutamente certa di essere nata nel “più bel Paese del mondo” (e in parte ne sono tuttora convinta) ma viaggiare, esplorare, conoscere, uscire dai confini ha ridimensionato sensibilmente questo dogma. Il mondo è pieno di bellezza, di posti strepitosi, strani, diversi, affascinanti, indimenticabili e che non hanno nomi italiani. Questa certezza non svilisce la bellezza del mio Paese, rende – anzi – più profonda la voglia di imparare dalle bellezze altrui.